Covid-19: fazioni dell’Élite in cerca di potere

La crisi pandemica Covid-19 ha fatto esplodere le conflittualità inter-capitaliste fra l’occidente imperialista (USA, Ue e nazioni alleate) ed il polo egemonico alternativo euroasiatico. Donald Trump sa benissimo che il ‘’modello’’ capitalista USA non può vincere, nel breve periodo, la guerra commerciale contro lo statalismo sociale cinese – di gran lunga più efficiente – quindi preferisce concentrarsi su due obiettivi:

  • La guerra commerciale contro la Germania, nel tentativo di mantenere l’Europa ‘’sotto’’ la potenza nord-americana.

  • L’aggressione militare al Venezuela ed all’Iran.

Prima di entrare nel merito delle questioni geopolitiche poc’anzi accennate, riprendo quanto scritto nell’articolo La tentazione totalitaria nel mondo post-Covid-19 (Estratti Web, 10/4/2020) spiegando, in sintesi, le linee strategiche interne all’establishment anglo-statunitense.

‘’L’ex Primo Ministro Gordon Brown ha pubblicato, sul Financial Times, un articolo dove auspica che la paura del Coronavirus possa permettere alla nuova classe capitalista transnazionale di completare il piano, iniziato e parzialmente fallito, nel 2008. Il giornalista Thierry Meyssan, uno dei maggiori esperti sulla guerra di quarta generazione, ci informa che: ‘’ All’epoca, Brown non riuscì a ottenere l’istituzione di un governo finanziario mondiale e dovette accontentarsi di una semplice concertazione con il G20. Secondo Brown, oggi si potrebbe cogliere l’opportunità di creare un governo della Salute Mondiale e pensare a quali potenze dovrebbero essere associate ai membri permanenti del Consiglio di Sicurezza’’. Non c’è nessuna garanzia – tutt’altro – che un governo internazionale sia più efficiente d’uno nazionale, inoltre le organizzazioni transnazionali non sono (quasi mai) elettive quindi sfuggono a qualsiasi controllo dal basso’’1

Il capitalismo occidentale ha due correnti rappresentate, come emerge dalla pubblicistica a cui faccio riferimento (es. Rete Voltaire), dalla Dottrina Kissinger e dalla Dottrina Brown:

  • Trump/Kissinger: modernizzazione capitalista neocorporativa, basata sull’accerchiamento commerciale ai danni della Repubblica Popolare Cinese. Il nemico principale (militare), per questa lobby neocons, è la Repubblica Islamica dell’Iran.

  • Clinton, Biden/Brown: si tratta della fazione ‘’cosmopolita’’ della borghesia anglo statunitense. In questo caso, è l’Iran la potenza da sottomettere economicamente, mentre il nemico principale (militare) dopo un’attenta disamina dei documenti declassificati dal Pentagono, risulta la Repubblica Popolare Cinese.

Il repubblicano Henry Kissinger, Segretario di Stato durante la presidenza Nixon, mutuando la tesi del socialdemocratico ‘’marxista’’ Karl Kautsky propone la transizione dall’imperialismo all’ultra-imperialismo, una fase cooperativa delle nazioni capitaliste (Russia e Cina comprese) rispondente allo slogan: ‘’capitalisti di tutto il mondo unitevi ‘’. Trump sta adattando la strategia energetica degli Stati Uniti alla Dottrina Kissinger preparando una fase di colonizzazione economica morbida nell’area occidentale, unita all’accerchiamento imperialista degli ‘’stati canaglia’’ più lo smantellamento d’un vecchio alleato: l’Arabia Saudita. Il giornalista Thierry Meyssan c’informa sul tentativo (fallito) dell’Alt Right ‘’yankee’’ di sovvertire il governo statalista venezuelano.

‘’Il 26 marzo il dipartimento della Giustizia USA ha emesso un ordine di cattura, che prevede una ricompensa, nei confronti del presidente Maduro e della sua squadra, accusati di traffico di droga. – Il 31 marzo il dipartimento di Stato ha pubblicato uno scenario di transizione democratica in Venezuela, che non contempla né il presidente Maduro né l’autoproclamato presidente Guaidó. – Agli inizi di aprile una nave-spia portoghese, RCGS Resolute, è riuscita ad affondare la nave guardacoste venezuelana, che stava fermandola per un’ispezione; è poi fuggita e si è messa sotto protezione olandese a Curaçao. Francia e Regno Unito hanno inviato in zona due navi da combattimento, il porta-elicotteri anfibio Dixmunde e il portacontainer RFA Argus, per trasportare armi e munizioni sotto copertura di materiale anti-COVID-19. Un cacciatorpediniere e diverse navi della marina statunitense sono state poste sotto il comando della Drug Enforcement Agency. L’US Navy ha però interrotto l’operazione a causa dell’epidemia’’2

Ne deduciamo che:

  • I marines non hanno nessuna ‘’immunità’’ al Covid-19, superfluo parlarne, e ciò risalta come argomento a sfavore dei sostenitori della tesi sul ‘’virus modificato’’ funzionale al ‘’bio-terrorismo’’ statunitense3. Certamente, il ‘’bio-terrorismo’’ USA è una realtà storica (es. Progetto Haarp4), ma il Covid-19 potrebbe avere un’origine un po’ meno oscura.

  • L’Ue, legata alla fazione ‘’cosmopolita’’ (es. Clinton) dell’establishment, è disposta a cooperare con l’amministrazione Trump nelle operazioni militari contro le nazione non allineate: Cuba, Venezuela e Iran. Washington e Bruxelles condividono la medesima concezione, piratesca, del diritto internazionale.

L’articolo del giornalista francese mette in risalto il conflitto inter-borghese statunitense: ‘’Negli Stati Uniti una parte degli ufficiali superiori, che già avevano tentato di rovesciare il presidente Trump con il Russiagate e l’Ukrainegate, hanno preso in considerazione l’ipotesi d’instaurare una legge marziale per poter combattere l’epidemia a livello federale, sottraendo il compito agli Stati federati [5]. Si sono così rifiutati d’impegnare truppe in Venezuela: un’insubordinazione senza precedenti negli Stati Uniti’’5. Una parte importante dello stato profondo considera Donald Trump un inetto, quindi non ha dismesso la possibilità di rovesciarlo militarmente. La verità è che la catastrofe sanitaria USA parte da lontano e la compromessa opposizione democratica non è ‘’senza peccato’’, tutt’altro. Per certi versi, politici corrotti (democratici e repubblicani) e multinazionali stanno provocando un ‘’genocidio clinico’’ (cit. Francesco I).

La Dottrina Kissinger – Trump si nasconde dietro alla protesi ideologica della cooperazione, per conquistare cinicamente nuovi settori di mercato. Il presidente Trump, sul vaccino anti-Covid-19, potrebbe giocarsi la sua rielezione, ma la fazione rivale – ‘’cosmopolita’’ – concorre nella medesima speculazione omettendo spiegazioni sulla fase sperimentale. Il reporter ed inviato di guerra Fulvio Grimaldi, con il solito linguaggio accesso, descrive molto bene i contrasti interni all’élite USA:

‘’La ricchezza e il conseguente potere politico-economico che si ergeranno su un pianeta socialmente derelitto sono di proporzioni tali da rendere Re Mida uno straccione da angiporto. Il business dei vaccini è oggi sei volte più grande di vent’anni fa. Valle annualmente oltre 35 miliardi di dollari e procura un utile di 44 dollari per ogni dollaro investito. Per prendersi questo mercato, insieme agli amici di Big Pharma, la Fondazione Bill e Melinda Gates, che ha una dotazione di 52 miliardi, dal 2000 ha donato all’OMS, proclamatrice di pandemie su ordinazione, ben 2,4 miliardi (da “Politico”). Questo ente ONU, statutariamente indipendente, coordina ora circa 50 gruppi nel mondo che lavorano tutti sul vaccino contro covid-19’’6

La posta in gioco è la ricerca del potere.

di Stefano Zecchinelli

Giornalista pubblicista ed esperto di relazioni internazionali

  1. https://estrattiweb.com/la-tentazione-totalitaria-nel-mondo-dopo-il-covid-19
  2. https://www.voltairenet.org/article209707.html
  3. Nell’articolo Il corona virus è un virus da laboratorio?, pubblicato sull’Interferenza, ho analizzato in forma dubitativa – ma senza sottovalutarle – le tesi che attribuiscono un’origine ‘’bio-ingegnerizzata’’ al Covid-19 per operazioni di ‘’guerra bio-chimica’’. http://www.linterferenza.info/attpol/coronavirus-un-prodotto-laboratorio/
  4. https://www.reteccp.org/biblioteca/disponibili/guerraepace/guerra/haarp/haarp1.html
  5. Ibidem (https://www.voltairenet.org/article209707.html)
  6. https://fulviogrimaldi.blogspot.com/2020/04/andro-tutto-bene-chi-i-fantastici.html

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Condivisione Social

error: Content is protected !!