Il Presidente russo Putin inaugura la moschea più grande d’Europa.

epa04944799 Russian President Vladimir Putin (L), Turkish President Recep Tayyip Erdogan (2-R), and Russian Mufti Council Chairman Ravil Gainutdin (R) visit the Moscow Sobornaya Mosque in Moscow, Russia, 23 September 2015. The Mosque will be officially opened 23 September after it was demolished four years ago and rebuilt to now hold an estimated 10'000 worshippers. EPA/ALEXEI DRUGINYN / RIA NOVOSTI / KREMLIN POOL MANDATORY CREDIT

FOTO : http://spondasud.it/2015/09/putin-inaugura-la-grande-moschea-simbolo-della-russia-multiconfessionale-9718

Il 23 settembre scorso (2015) il Presidente russo Vladimir Putin ha presieduto la cerimonia di inaugurazione della più grande moschea d’Europa. La struttura fu costruita nel 1904 ed è stata l’unica Moschea attiva durante il periodo sovietico. Dopo dieci anni di lavoro essa è stata completamente ricostruita fino a raggiungere una superficie di 19mila metri quadri; essa è composta da sei piani ed è in grado di accogliere fino a 10mila fedeli. Il costo dei lavori è stato di circa 170 milioni di dollari, finanziati in parte dalle donazioni dei fedeli musulmani e in parte grazie al generoso contributo dell’oligarca del Daghestan Suleiman Kerimov.

Alla cerimonia erano presenti anche il Presidente turco Recep Tayyip Erdogan, il Primo Ministro palestinese Abu Mazen, il Presidente del Kazakhstan Nursultan Nazarbayev, oltre ai presidenti delle regioni russe a forte presenza musulmana come la Cecenia, l’Inguscezia e il Daghestan. Nel Paese vivono circa 20 milioni di musulmani su una popolazione di circa 140 milioni di abitanti, e Putin sembra abbia voluto coltivare i favori di questa parte della popolazione. Nel suo discorso il Presidente Putin ha affermato che la Russia è un Paese multi-etnico e multi-confessionale che accoglie e rispetta i valori musulmani, ma che rigetta con fermezza il terrorismo islamico. L’accusa va, quindi, allo Stato Islamico e alla sua ideologia « basata sulle menzogne » e sull’odio. Non sfugge, perciò, il significato politico dell’evento, vale a dire presentare la Russia come nemico acerrimo dello Stato Islamico e amico dei Paesi mediorientali.

Please follow and like us:

LEAVE A COMMENT

Condivisione Social

error: Content is protected !!