I giovani nel Rapporto EURISPES 2017

 

 

I recenti dati forniti dall’Eurispes (Istituto di Studi Politici Economici e Sociali nel suo Rapporto Italia 2017 ci dicono che il 13,8% dei ragazzi italiani decide di tornare a vivere con i propri genitori o con i suoceri come “strategia anti-crisi”; vale a dire che molti giovani italiani che hanno già intrapreso una vita autonoma decidono, per necessità o per evitare eccessivi sacrifici economici, di ritornare nel nucleo familiare in modo da condividere le risorse ed ridurre le spese per la casa. L’obiettivo è sempre quello di riuscire a vivere in modo più dignitoso. Questa fetta di persone si aggiunge alla percentuale di giovani coppie che godono comunque del sostegno familiare sotto forma di assistenza economica o di supporto nella crescita dei figli.

Questo dato ci fa riflettere su come oggi sia difficile per i giovani avviare una esistenza autonoma e svincolata dal sostegno della famiglia. Naturalmente, in parte si tratta di un fenomeno fisiologico nella nostra società, in cui i genitori hanno sempre dato una mano ai figli, anche successivamente all’uscita dal nucleo familiare, tuttavia non si può trascurare un dato che è sintomo della condizione di precarietà in cui versano i giovani e le giovani coppie. Ancora una volta, la crisi è il colpevole principale di questa dinamica, in quanto ha precarizzato i rapporti di lavoro e reso difficile l’autonomia economica. Ultima considerazione: se i giovani ormai indipendenti tornano a casa, come pretendere che i giovani ancora non inseriti in modo stabile nel mercato del lavoro lascino le loro famiglie?!!

 

http://www.eurispes.eu/content/rapporti1

 

Please follow and like us:

LEAVE A COMMENT

Condivisione Social

error: Content is protected !!